Scegliere un cucciolo

Spesso si riceve in dono un gattino perché ne nascono dappertutto in numero tale da superare le richieste.
Chi invece desidera acquistare un gatto di razza, un Persiano, un Siamese, un Abissino, un Blu di Russia ecc., dovrà rivolgersi ad un allevatore o ad un negozio specializzato.
Ricorrendo all'allevamento però si avrà anche la possibilità di conoscere i genitori del cucciolo, avere delle garanzie relative alla sua selezione e alla sua salute e ricevere dei validi consigli circa la crescita del cucciolo che si intende acquistare.

I migliori allevatori si incontrano di solito alle Esposizioni Feline, che ogni anno vengono organizzate in diverse città.

Ma che tipo di gatto acquistare? A pelo corto o a pelo lungo?

La scelta della razza dipende solitamente dai gusti personali, dalla moda e dalle conoscenze che l'acquirente possiede circa il carattere, il temperamento, le cure e il tipo di "manutenzione" che ogni singola razza richiede.
Una volta acquistato, il gattino lascia la madre ed i fratelli per andare incontro al suo destino.
E' uno fra gli animali piu' piacevoli ed interessanti e non resta che augurargli di incontrare buoni "padroni".

Chi non ha mai posseduto un gatto scoprirà che è un animale pulito, privo di odori, affettuoso, discreto e dignitoso, pigro ed indipendente, un po' egoista ma simpaticissimo.
Anche il gatto cosiddetto di "grondaia" è piacevole tanto quanto un nobilgatto; la sua intelligenza è molto acuta: le necessità della vita lo hanno reso scaltro e birbone.

Quando da una cucciolata si sceglie un gattino bisogna accertarsi che il suo stato di salute sia ottimo. Nel momento in cui lo si stacca dalla madre il cucciolo dovrà presentare occhi ben aperti senza segni di infiammazione o di secrezione lacrimale, la terza palpebra non deve essere procidente, il respiro regolare, il naso umido, pulito e privo di muco (tosse e starnuti possono essere sintomo di qualche malattia in atto), le orecchie devono essere pulite, senza tracce di cerume ed inodori, la bocca rosea, le gengive non devono essere infiammate e i denti bianchi e ben visibili.
Il mantelli lucido, soffice e morbido non deve "ospitare" parassiti o presentare aree alopeciche (zone senza pelo). L'addome non deve essere teso ed esaminando sia la cuccia che la zona perianale bisogna accertarsi che non vi siano tracce di diarrea. Il gattino deve essere giocherellone, muoversi e saltare liberamente, curioso ed affamato; il cucciolo timido e pigro potrebbe nascondere qualche malattia.